Follonica

Dove ferro e ghisa hanno fatto la storia della città, fino a creare monumenti unici, uno dei mari più puliti d’Italia attrae ogni anno migliaia di turisti

Area geografica:
Colline Metallifere

Frazioni:
Prato Ranieri

Distanza:
Grosseto km 43- Siena km 70- Livorno km 76- Massa Marittima km17- Roma km 233

Sito internet:
www.comune.follonica.gr.it

Email:
ngiordano@comune.follonica.gr.it

 

APT MAREMMA – Ufficio Informazione turistiche di:

58022 Follonica

Via Roma, 51

Telefono: 0566-52012

Fax: 0566-53833

infofollonica@lamaremma.info

 

Pro Loco Follonica:

Via Giacomelli 13 Tel. 0566 51550 apertura annuale (feriali 10.00 – 18.00)

Piazza Sivieri Tel. 0566 57576 apertura estiva (9.30 – 13.00 / 18.00 – 24.00)

www.prolocofollonica.it

 

STORIA

Follonica è situata al centro dell’omonimo golfo, compreso tra il promontorio di Piombino e Punta Ala, davanti al quale si trova l’Isola d’Elba. Già dall’antichità fu un centro famoso per la lavorazione del ferro e della ghisa, tant’è che il suo nome prende origine dai fulloni, antichi mantici dei forni fusori. Durante il Granducato di Leopoldo II di Toscana divenne un importante polo industriale e proprio vicino all’antico forno mediceo venne costruito un moderno stabilimento siderurgico, di cui ancora rimangono intatte le strutture ed utilizzati alcuni edifici come sede della Biblioteca e del Museo del Ferro. Follonica è oggi una città dove hanno avuto grande sviluppo la piccola e media industria, l’artigianato e il commercio. Da molti anni è una importantissima e moderna stazione balneare, la cui economia si basa soprattutto sul turismo, tanto da essere definita la “Rimini della Maremma”. Il grande sviluppo ha fatto sì che Follonica offra efficienti servizi: le ampie spiagge sono attrezzate anche per praticare sport velici e subacquei; numerosi itinerari permettono di fare passeggiate, all’interno della macchia mediterranea, a piedi, a cavallo o in bicicletta; infine dispone di una qualificata gamma di impianti sportivi per attività come tennis, pattinaggio, minigolf, calcio ed equitazione. Fra le tante manifestazioni che vi svolgono è da segnalare il Carnevale follonichese istituito nel 1949 e che ogni anno attira numerosi visitatori attratti dalla sfilata di maschere e carri allegorici. Negli ultimi anni sono stati rilanciati vari eventi culturali e musicali e, con la collaborazione dei paesi vicini, è stato dato grande risalto agli eventi folcloristici, sagre e fiere paesane.

 

Follonica è situata al centro dell’omonimo golfo, compreso tra il promontorio di Piombino e Punta Ala, davanti al quale si trova l’ Isola d’Elba. Già dall’antichità fu un centro famoso per la lavorazione del ferro e della ghisa, tant’è che il suo nome prende origine dai fulloni, antichi mantici dei forni fusori. Durante il Granducato di Leopoldo II di Toscana divenne un importante polo industriale e proprio vicino all’antico forno mediceo venne costruito un moderno stabilimento siderurgico, di cui ancora rimangono intatte le strutture ed utilizzati alcuni edifici come sede della Biblioteca e del Museo del Ferro. Follonica è oggi una città dove hanno avuto grande sviluppo la piccola e media industria, l’artigianato e il commercio. Da molti anni è una importantissima e moderna stazione balneare, la cui economia si basa soprattutto sul turismo, tanto da essere definita la “Rimini della Maremma”. Il grande sviluppo ha fatto sì che Follonica offra efficienti servizi: le ampie spiagge sono attrezzate anche per praticare sport velici e subacquei; numerosi itinerari permettono di fare passeggiate, all’interno della macchia mediterranea, a piedi, a cavallo o in bicicletta; infine dispone di una qualificata gamma di impianti sportivi per attività come tennis, pattinaggio, minigolf, calcio ed equitazione. Fra le tante manifestazioni che vi svolgono è da segnalare il Carnevale follonichese istituito nel 1949 e che ogni anno attira numerosi visitatori attratti dalla sfilata di maschere e carri allegorici. Negli ultimi anni sono stati rilanciati vari eventi culturali e musicali e, con la collaborazione dei paesi vicini, è stato dato grande risalto agli eventi folcloristici, sagre e fiere paesane.