Roccastrada

Sorge arroccata sul masso da cui prende nome, paese vivace di tradizioni e cultura, qui nelle piazze del borgo dopo un buon bicchiere di vino ci si sfida al bizzarro gioco della “palla èh”.

Area geografica:
Colline Metallifere

Frazioni:
Ribolla, Roccatederighi, Sassofortino, Montemassi, Sticciano, Torniella, Piloni, Sticciano Scalo

Distanza:
Grosseto km 33 – Siena km 43 – Massa Marittima km 35 – Roma km 213 – Gavorrano km 40

Sito internet:
www.comune.roccastrada.gr.it

Email:
biblioteca@comune.roccastrada.gr.it

 

STORIA

Il pittoresco paese nasce su una singolare piattaforma di roccia trachitica, con un ampio panorama sulla pianura grossetana. Fu feudo degli Aldobrandeschi fino ai primi anni del 1300 per passare poi sotto il dominio senese e da questo ai Medici. La zona, in parte coperta da boschi di cerro, di quercia e da castagni è coltivata con vigneti e oliveti che danno prodotti pregiati. L’accoglienza della gente, abbinata alla gastronomia, che si può gustare nelle trattorie e numerose sagre, garantisce un soggiorno piacevole e in armonia con l’ambiente. Molti sono gli itinerari che si possono compiere a piedi, a cavallo, o in mountain-bike. I 120 km del Trekking Roccastrada e il tracciato della Via Equestre Grossetana consentono di fruire della natura incontaminata del territorio fino ed entro le Riserve Naturali del “Farma” e “La Pietra”, recentemente dotate di adeguata cartellonistica. Il territorio è ricco di torri e borghi medioevali, fra cui spiccano Montemassi e Roccatederighi. Il primo elevato sulla pianura maremmana e raccolto intorno al castello degli Aldobrandeschi, si caratterizza per gli stretti vicoli scavati nella roccia. Il secondo, Roccatederighi, è un bellissimo paese che, mimetizzato fra scogli di trachite modellati da vento e pioggia, ne segue, quasi calcificato, il profilo dando un’espressione unica al paesaggio urbano.